fbpx

Ti sarà sicuramente capitato di ricevere dei NO, delle obiezioni da parte di qualche cliente.

Qualcuno  certamente ti avrà detto: “Pensavo di spendere meno” o ” Ci devo pensare” e tu sarai corso ai ripari o abbassando il prezzo o trovando qualche giustificazione.

 

Ricordati che l’obiezione è un sintomo di interesse al tuo servizio. Se al cliente non importasse della tua offerta, non metterebbe in discussione il prezzo. Se ne andrebbe e stop.

 

Che fare quando il cliente ti fa delle obiezioni sul prezzo, sul lavoro e dice NO alle tue proposte?

 

Devi cercare di ribaltare la situazione.

 

Come?

 

Ci sono due modi che puoi provare:

 

1. ANTICIPA PRIMA POSSIBILE L’OBIEZIONE: se sai che spesso ti contestano il prezzo alto, parlane tu per primo! E cerca di trasformarlo in un vantaggio per il cliente.

Esempio: Potresti dire:  “Ci sono carrozzerie che fanno spendere meno però il loro lavoro non è fatto per durare, usano materiali di seconda scelta mentre da noi il lavoro è garantito e usiamo solo prodotti di ottima qualità.

2. FAI DOMANDE : quando un cliente ti dice che ci deve pensare, la tua soluzione è fargli delle domande  che possano dargli una spinta. Accetta la sua obiezione e mostrati comprensivo. Chiedigli però per quale motivo ci deve pensare e attendi la sua risposta. Qui hai due opzioni a seconda delle sue risposte.

 

Se ti dice “SÍ, É PER I SOLDI“:  chiedigli quanto sei lontano dal prezzo che aveva in mente o se ha il dubbio che il servizio non risponda alle sue esigenze. Cerca di valorizzare quello che fai e i vantaggi che porteresti al clienti grazie al tuo lavoro. Eventualmente e se possibile cerca di fare un piccolo sconto ma senza eccedere.

 

Se ti dice ” NO“: Vuol dire che i suoi dubbi non sono fondati sul prezzo ma su qualcos’altro. Magari non hai fatto una prima buona impressione, magari non ha capito bene i vantaggi del tuo servizio.  Cerca di capire cosa lo rende dubbioso e dagli tutte le spiegazioni che puoi.

 

 

 

Fare domande è fondamentale quando il primo colpo non va a segno. Esse, infatti, ti permettono di aggiustare il colpo e cercare di colpire di nuovo.

Ricordati quattro cose:

  • I NO non sono personali. Non dicono NO a te come persona ma a un tuo servizio quindi non offenderti.

  • I NO sono un motivo per fare domande e ascoltare quello che il cliente ha da dire

  • I NO sono inevitabili. Non esiste carrozziere che non ne riceva mai.

  • I NO e come li gestisci dicono chi sei.

Se ti è piaciuta questa dritta, guardane altre collegandoti al nostro canale Youtube.

Se vuoi, nel nostro Negozio puoi trovare il Corso Vendita online studiato appositamente per le carrozzerie. Imparerai a venderti e ad affrontare meglio clienti. Vedrai ti aiuterà a cambiare l’immagine della tua azienda. 

 

O Iscriviti per ricevere le nostre dritte via mail.

Noi ci vediamo la prossima volta se non anche prima. Ciao!

Condividi:
Facebook
Facebook
RSS
YouTube
YouTube